Bando Resto al Sud per giovani under 36

Bando Resto al Sud per giovani under 36

Il bando Resto al Sud è un incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali mediante l’erogazione di contributi economici, in parte a fondo perduto, avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 dicembre 2017, è dedicato ai giovani tra i 18 e i 35 anni residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Destinatari Bando Resto al Sud:




  • Giovani con un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. Nel caso delle società, le stesse possono comprendere anche soci che non rispettano il limite anagrafico, a patto che non siano in numero superiore ad un terzo dei membri del complesso societario, e non abbiano rapporti di parentela fino al quarto grado con gli altri soci;
  • Soggetti che non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento;
  • Persone che non risultano titolari di un’attività di impresa;
  • Giovani che hanno costituito o intendono formare imprese individuali create successivamente alla data del 21 giugno 2017 o società – consentite le cooperative – con sede legale o operativa nei territori destinatari della misura del bando Resto al Sud.

Settori di finanziamento:

  • Produzione di beni nei settori dell’artigianato, dell’industria, della pesca e dell’acquacoltura;
  • Fornitura di servizi, compresi i servizi turistici;
  • Sono escluse tutte le attività di libera professione e del commercio, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività di impresa.

Contributi possibili:

I giovani che si attingono ad avviare un’impresa possono beneficiare di un finanziamento di importo massimo di 50.000 euro. Per quanto riguarda le società, l’importo massimo sarà concesso a ogni singolo socio, fino ad un limite massimo di 200.000 euro. Gli incentivi economici saranno erogati per il 35% a fondo perduto e per il 65% sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare entro 8 anni, di cui i primi 2 in preammortamento.



Sono accettabili spese relative all’acquisto di beni e servizi rientranti in specifiche categorie. I finanziamenti Resto al Sud possono essere richiesti fino ad esaurimento delle risorse disponibili. E’ possibile inviare le domande di partecipazione al bando dal 15 gennaio 2018, esclusivamente online, mediante la piattaforma web di Invitalia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.